CENTENARIO VENINI 1921- 2021 – QUIRINALE CONTEMPORANEO

By

Posted in | Tag : , ,

Da oltre un secolo i migliori maestri vetrai e artisti si incontrano nella Fornace fondata da Paolo Venini, dando vita a una storia d’eccellenza e innovazione che inizia in Italia per raggiungere tutto il mondo.

Le creazioni di Venini, storica fornace di Murano che quest’anno celebra il proprio Centenario sono esposte nella suggestiva cornice del Palazzo del Quirinale, residenza ufficiale del Presidente della Repubblica ma anche uno dei luoghi al centro della politica del nostro Paese tanto da essere anche chiamato “Casa degli Italiani”. La visita del Palazzo è un’esperienza particolarmente suggestiva poiché da un lato dà la possibilità di scoprire un patrimonio artistico, storico e culturale senza eguali, espressione dell’operosità, della creatività e del genio degli italiani mentre dall’altro dà la possibilità di conoscere la sede in cui il Presidente della Repubblica svolge le sue funzioni, incontra le alte cariche istituzionali, i rappresentanti degli altri Stati e degli organismi internazionali, gli esponenti della società civile e i cittadini.

Il progetto “Quirinale Contemporaneo” mira ad aggiornare l’immagine delle sedi istituzionali tramite l’inserimento di rilevanti espressioni del genio e dell’estro degli artisti italiani, dalla nascita della Repubblica ai nostri giorni: opere d’arte e oggetti di design che aggiungono un’importante testimonianza pubblica dell’eccellenza italiana in questo settore, mai affievolita. All’interno del Quirinale sono esposte molte creazioni VENINI che sono state selezionate per il loro inestimabile valore simbolico in riferimento alla storia dell’arte e del design.

Il Belvedere Inferiore al Torrino è illuminato dalle applique e dal lampadario di Giò Ponti in color talpa. Le opere realizzate alla fine degli anni 40’ devono la loro indiscutibile modernità e l’originalità alla sconfinata immaginazione del suo creatore e alla sua capacità unica di far dialogare il colore con la forma.

 

All’Ingresso d’Onore si trova l’applique Esprit di Toni Zuccheri del 1970. La creazione in vetro colore cristallo è caratterizzata da una struttura sferica formata da eleganti e leggeri elementi lavorati a mano a forma floreale.

 

Nella Sala delle Api sono esposte le Murrine romane del 1940. Attraverso la tecnica della Murrine, Carlo Scarpa ha realizzato una creazione in vetro policromo, caratterizzata dal rosso, dal verde e dal giallo: colori che richiamano ed evocano quelli degli affreschi delle case e dei palazzi dell’antica Roma. La composizione cromatica crea effetti capaci di rievocare un mondo che è stato reale e oggi è diventato onirico.

 

Infine, nel Salone delle Feste, è protagonista una creazione unica nel suo genere: l’iconico Fazzoletto di Fulvio Bianconi e Paolo Venini ideato nel 1948 è stato ripensato in occasione del Centenario e per il Quirinale. Questa creazione esclusiva, che prende il nome di Fazzoletto Tricolore, è dedicata ai 160 anni dell’Unità d’Italia ed è caratterizzata da fasce di colore rosso vivo, verde erba e cristallo.

About The Cecilia

I commenti sono chiusi.
btt